Yoga

HATHA YOGA con Luca Falcone – martedì 20.00 – 21.00

VINYASA YOGA con Elisa Costanzo – lunedì 20.00 – 21.00 e venerdì 19.10 – 20.10

Luca Falcone

Luca inizia la pratica dello Yoga a vent’anni, attualmente studia col Maestro Maurizio Morelli e conduce diverse lezioni e seminari in diverse parti d’Italia.

La sua etica per la pratica e l’insegnamento è: minimo sforzo, massima resa. Dove per sforzo si intende ridurre all’indispensabile la tensione muscolare e psichica, e sostituirla da una ricerca sempre più raffinata della precisione tecnica.

Il corso di Luca: Hatha Yoga

Le lezioni si compongono di: riscaldamento, Pranayama (tecniche di respirazione), Asana (posizioni del corpo), meditazioni con e senza mudra (imposizioni delle mani) e studio dei bandha (sigilli per convogliare il prana).

Per Luca lo Yoga non è né una competizione ginnica, né tanto meno una forma di contorsionismo acrobatico, ma è una filosofia di vita, una disciplina che riduce lo stress, equilibra mente e corpo e ci mantiene in buona salute.

Elisa Costanzo

Affascinata dal pensiero orientale sin da bambina, da diversi anni approfondisce teoria e pratica di discipline come lo Yoga e  il KungFu. Consegue i titoli di istruttrice di ginnastica dolce, Psicomotricista, Musicoterapista e Naturopata e ultimerà nei prossimi mesi la Laurea Magistrale in Consulenza Pedagogica per la disabilità e la marginalità e la scuola professionale di Yoga. Matura negli anni una significativa esperienza nel campo dell’educazione e dell’animazione lavorando in diversi contesti pubblici e privati come psicomotricista, musicoterapista e animatrice, sia con bambini, sia con adulti e, in particolar modo, nell’ambito della disabilità. 

Dal 2019 insegna le tecniche base del KungFu ai bambini di età compresa tra i 3 e i 6 anni presso l’ASD ASP Attivamente. 

Il corso di Elisa: Vinyasa Yoga

Questo percorso è dedicato a chi vuole approcciarsi allo Yoga e iniziare a tracciare la via verso una maggiore consapevolezza del proprio corpo e dei meccanismi della propria mente. Lo stile protagonista è il Vinyasa Yoga, stile dinamico dal ritmo sostenuto. Il saluto al sole segna l’inizio della maggior parte delle lezioni, all’interno delle quali viene posta particolare attenzione sul respiro e sul momento di passaggio da un asana all’altro. Durante gli incontri verrà dato spazio anche alla pratica del rilassamento e della Meditazione, ai Mantra e ai Pranayama, strumenti utili per riportare la mente al momento presente. 

PER SAPERNE DI PIU’…

Lo yoga è un’antica disciplina, un’arte millenaria basata su un sistema armonico di sviluppo del corpo,della mente e dello spirito di un ogni essere umano. Il significato stesso della parola Yoga, letteralmente, vuole dire “unione” e deriva dalla radice Sanscrita “yuj” indica l’unione fisica e spirituale di entità opposte. Corpo e mente, immobilità e movimento, maschile e femminile, sole e luna, sono questi alcuni degli opposti che la pratica dello Yoga è in grado di riunire, allo scopo ultimo di portare riconciliazione ed equilibrio tra essi. Di conseguenza ogni essere umano, praticando lo Yoga, contribuisce a questo equilibrio cosmico grazie al raggiungimento di un proprio stato armonico con l’ambiente circostante e un conseguente senso di pace e benessere interiori.

Chi si cimenta nella pratica dello yoga, principiante o esperto che sia, si mette a confronto con tutti gli aspetti che coinvolgono la propria persona. Attraverso i diversi elementi di tale disciplina, ogni singolo individuo evolve verso la consapevolezza del se in ogni sua parte. L’approccio più corretto è quello dato soprattutto dalla comprensione del significato delle azioni volte al miglioramento delle prestazioni. Ovvero, non bisogna preoccuparsi di raggiungere subito la performance ottimale, ma si deve perseguire l’obietivo senza avere timore del fallimento, soffermandosi invece sul percorso, dato dall’impegno, che porta al perfezionamento.

Jpeg

La pratica dello Yoga trasforma il corpo e la mente dalla prima lezione in poi. Negli ultimi anni la ricerca scientifica si è concentrata sugli effetti benefici dello Yoga per la nostra salute confermando risultati evidenti fin dalle prime lezioni. Spesso chi si avvicina alla pratica è alla ricerca di maggior relax e in questo caso le ricerche confermano la riduzione dei livelli di stress come uno dei principali benefici dello Yoga, probabilmente anche per merito delle tecniche di rilassamento e di respirazione che possono accompagnare le asana.

I BENEFICI: COSA NE DICE LA SCEINZA

Ecco alcune delle numerose trasformazioni positive a cui potrebbe andare incontro nel corso del tempo chi decidesse di avvicinarsi allo Yoga e di portare avanti una pratica regolare e costante per godere pienamente dei suoi benefici.

DALLE PRIME LEZIONI

1) Miglioramento delle funzioni cerebrali

Dopo 20 minuti di pratica di Hatha Yoga – basata soprattutto sulle asana – si può riscontrare un miglioramento delle funzioni cognitive, un aumento dell’attenzione e della memoria sul lavoro, come ha dimostrato uno studio dell’Università dell’Illinois in cui i partecipanti che avevano praticato Yoga avevano ottenuto risultati migliori nei test sul funzionamento del cervello rispetto ad un altro gruppo di persone che si era dedicato a 20 minuti di aerobica.

2) Riduzione dei livelli di stress

Lo Yoga aiuta ad alleviare lo stress. Questo potere deriva probabilmente dalla sua capacità di ridurre l’attività delle proteine note per avere un ruolo nel processo infiammatorio, secondo uno studio pubblicato dai ricercatori dell’Università della California.

3) Alterare l’espressione dei geni

Un piccolo studio condotto in Norvegia ha suggerito che molti benefici per la salute dello Yoga potrebbero essere correlati alla sua capacità di modificare l’espressione dei geni delle cellule immunitarie.

4) Maggiore flessibilità

Uno studio condotto di recente presso la Colorado State University ha scoperto che il Bikram Yoga – con riferimento specifico all’esecuzione di 26 posizioni in 90 minuti all’interno di una stanza riscaldata – aiuta ad aumentare la flessibilitàdelle spalle, della schiena e delle ginocchia. Secondo la stessa ricerca, contribuisce inoltre a sviluppare una maggiore resistenza e a ridurre il grasso corporeo.

5) Nuove buone abitudini

Decidere di praticare Yoga ogni giorno, o comunque con cadenza regolare, aiutaa stabilire nuove abitudini che possono riguardare sia la cura di sé sia altri ambiti della propria vita. Lo Yoga stimola la forza di volontà e il desiderio di migliorarsi con un impegno costante, insegna a non essere troppo rigidi con se stessi ma allo stesso tempo a non lasciarsi andare alla pigrizia, a riconoscere i propri limiti e a capire come superarli nel caso in cui sia necessario.

Jpeg

DOPO POCHI MESI

1) Abbassa la pressione sanguigna

Le persone con ipertensione lieve o moderata potrebbero beneficiare della pratica dello Yoga, come sottolinea uno studio dell’Università della Pennsylvania. I ricercatori hanno scoperto che le persone che praticavano Yoga, rispetto a coloro che avevano partecipato ad un programma nutrizionale, potevano godere di una riduzione maggiore della pressione arteriosa.

2) Migliora la capacità polmonare

Un piccolo studio condotto presso la Ball State University ha scoperto che praticare Hatha Yoga per 15 settimane potrebbe aumentare in modo significativo la capacità polmonare vitale, che è la massima quantità di aria espirata dopo aver fatto un respiro profondo.

3) Migliora la vita sessuale

Uno studio condotto ad Harvard nel 2009 ha dimostrato che lo Yoga può aiutare ad aumentare sia il desiderio che la soddisfazione sessuale, con particolare riferimento alle donne, anche perché le aiuterebbe ad avere più familiarità con il proprio corpo.

4) Riduce i dolori al collo

Uno studio tedesco pubblicato su The Journal of Pain ha mostrato che quattro settimane di pratica di Yoga Iyengar (una tipologia di Yoga che sottolinea l’importanza dell’allineamento delle diverse parti del corpo nelle asana e che utilizza dei supporti, come cinghie e mattoncini) è efficace nel ridurre l’intensità del dolore nei soggetti adulti affetti da dolore cronico al collo.

5) Allevia l’ansia

Uno studio condotto nel 2010 dai ricercatori della Boston University ha dimostrato che 12 settimane di pratica dello Yoga potrebbero contribuire aridurre l’ansia e ad aumentare i livelli di acido gamma-aminobutirrico nel cervello. Bassi livelli di questa sostanza sono correlati a disturbi come ansia e depressione.

6) Stabilizza la glicemia

Aggiungere lo Yoga ai consigli da seguire per la gestione del diabete può aiutare a rendere più costanti i livelli di zuccheri nel sangue, secondo uno studiopubblicato su Diabetes Care nel 2011. Inoltre soli tre mesi di pratica porterebbero ad una diminuzione dell’indice di massa corporea, fattore che aiuterebbe a ridurre i livelli di zuccheri nel sangue. Gli esperti ricordano che lo Yoga dovrebbe accompagnare altre forme di attività fisica regolare – e non sostituirle – in particolare nei pazienti affetti sia da diabete di tipo 2 che da obesità.

7) Migliora l’equilibrio

Secondo uno studio condotto nel 2008 presso la Temple University, seguire un programma di Yoga Iyengar progettato per gli anziani può essere d’aiuto per migliorare l’equilibrio e oper aiutare a prevenire le cadute nelle donne al di sopra dei 65 anni.

Jpeg

DOPO ANNI DI PRATICA

1) Ossa più forti

Uno studio pilota condotto nel 2009 da Loren Fishman ha dimostrato che praticare Yoga può migliorare la densità ossea, con particolare riferimento alle persone più anziane. Un gruppo di anziani è stato monitorato per quanto riguarda la densità ossea prima e dopo la pratica di un ciclo di lezioni di Yoga della durata di due anni. E’ stato rilevato un aumento della densità ossea in chi aveva praticato, mentre nel gruppo di controllo, che non si era dedicato allo Yoga, è stata riscontrata una riduzione, proprio come ci si aspetterebbe comunemente nelle persone anziane con il passare degli anni.

2) Riduzione del peso corporeo

I ricercatori del Fred Hutchinson Cancer Research Center di Seattle hanno trovato un’associazione tra una pratica regolare dello Yoga e la riduzione del peso corporeo – o il mantenimento di un peso sano e stabile – tra più di 15 mila persone sane di mezza età.

3) Riduzione del rischio di malattie cardiache

Come parte integrante di uno stile di vita sano, lo Yoga può aiutare a ridurre i fattori di rischio cardiovascolare, come pressione alta, colesterolo alto e livelli di zuccheri nel sangue. Secondo gli esperti di Harvard, lo Yoga farebbe bene al cuore e alla salute cardiovascolare come altre attività fisiche, tra cui il ciclismo.